Svela segreti industriali alla concorrenza, manager a processo

Un’azienda di Brescia sul banco degli imputati, una di Torino parte offesa. In mezzo disegni e progetti. Sono gli ingredienti della spy story industriale arrivata all’ultimo atto: il processo in un’aula di tribunale.

Rivelazione di segreti industriali, articolo 623 del codice penale. Di questo reato deve rispondere Maurizio Franchi, bresciano del lago di Iseo, 57 anni, prima amministratore della torinese Cela spa e poi consulente della Cela Srl, che, come riferiscono gli atti della Procura, avrebbe passato applicazioni e progetti della società per la quale lavorava al principale concorrente sul mercato. Vale a dire la Bai, Brescia Antincendi International Srl, azienda bresciana che si occupa di progettazione, produzione e vendita di veicoli antincendio e di soccorso di veicoli civili, aeroportuali, industriali, piattaforme idriche, polisoccorso e forestali.
Fonte: Giornale di Brescia

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Il nostro sito non usa cookie di profilazione. Puoi continuare a navigare in questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccare su "Accetta" permettendo il loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi